domenica 27 agosto 2017

festival BUSKERS a FERRARA


4 giorni un cui Ferrara si riempie di artisti di strada provenienti da tutto il mondo. Un manipolo di disegnatori si disperde fra la folla per ritrarre a mano l'elettrizzante atmosfera.
Metto qui du seguito i miei lavori

Questi sono Quadasi &  Maqhinga dal Sudafrica



Nicky Finn, prestigiatore dallo sguardo di Ghiaccio e dal curioso cappello


Alla Plaza de Tango c'era musica e ballerini..... forse la sfida piu difficile... in generale, rispetto all'usuale dipingere en plain air il festival Buskers mi ha messo di fronto ad una fida piu complicata ancora: gli artisti, mentre si esibiscono si muovono (per non parlare dell'umidità di Ferrara a fine agosto che allungave i tempi di asciugatura dell'acquerello). Alla fine ho deciso di usare per il disegno una penna gel nera con inchostro idroresistente, e dopo colorare.



David Splatt è stato forse l'artista che mi è piaciuto di più. Aveva questa marionetta scheletro  che si esibiva su un palco in miniatura ancheggiando a ritmo ed esibendosi come un vero cantante.
Confesso che avrei voluto avere una marionetta così per poterci giocare...


Ah però un altro gruppo c he ho adorato è stato questo: RED BOOT BAND.
Provenienti da Bath UK. Fisarmonica e fiati, grande carattere, e tutti in rosso e nero con varianti.
Ci ciamo pure fotografati assieme !!! :D



Al di là del magnifico festival Buskers (alla sia 30esima edizione) Ferrara è bellissima !!! La mattina ho cercato d iandare in giro a disegnare....



Quest è un gruppo di Russi dalla musica ipnotica e intensa che si era messo in un angolo che non si capisce come aveva una strana luce verde che li rendeva ancora piu elfico-celtici. Il nome del gruppo è:  Ochelie Soroki


Il castello Estense, è un soggettoche non potevo esimermi dal ritrarre


Piazza del Municipio... piena di persone poco prima che iniziassero ad esibirsi gli artisti

Sabato sera per Ferrara eravamo una ventina abbondante di artisti, tutti sparsi a disegnare,
Sabato siamo riusciti a sederci davanti ai MAMIH LAPINA TAPAI giovani belli allegri e scatenati provenienti da tutta la Spagna


Vicino alla statua di Savonarola c'era questo Giapponese che faceva il mimo, con una lenta gentilezza ed un sottile velo di dolcissima perfidia, dopo vari tentativi sono riuscita a cogliere i suoi lineamenti. Seiichi Sawamura


Rhysonic folle visionario musicista ha costruito una macchina che gli permette di mettere in loop suoni e gesti... prima che lo capissero le mie orecchie attraverso l'ascolto della sua performance lo aveva capito la mia penna che infatti lo ha disegnato tre volte.



Dopo mezzanotte i musicisti  avevano finito di suonare per strada ma al Chiostro di San Paolo si erano riuniti per rifocillarsi e seguitare a suonare e ballare, noi appresso a loro.... io non potevo smettere di disegnare...


CHE ENERGIA MAMMA MIA !!! 
e che belli  gli artisti, pieni di vita e di follia !!!

Metto ancora una vista della Piazza del Municipio, fatta Sabato in serata


lunedì 5 giugno 2017

1° Sketchcrawl PENNE

Penne bellissima città storica in una posizione fantastica ha ospitato il primo Sketchcrawl.


Grazie a Grazie alla volontà di Franca D'angelo dell' associazione culturale Collezione Nato Frascà  nei giorni passati un piccolo gruppo di artisti, fra cui anche io si sparpagliava per Penne a dipingere.

Amo andare a dipingere in giro, e vorrei che tutti  quelli che lo desiderano, lo facciano indipendentemente dal livello di esperienza e di abilità;
proprio perchè disegnare in giro è un pretesto per rallentare e guardare le cose in un altro modo.

L'esperimento è riuscito, per cui prossimamente ci piacerebbe ripetere coinvolgendo tutti quelli che vorranno partecipare.
I lavori fatti saranno in esposizione presso gli uffici Wolftour e successivamente nella bottega temporanea di ArtigianArte - Penne

metto il link dove è possibile vedere alcune foto
https://www.facebook.com/mario.bozzi.7/media_set?set=a.1397040980343139.1073741882.100001117513629&type=3&uploaded=41&pnref=story 


https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1759417470740891&set=pcb.1759417737407531&type=3&theater



ecco gli altri lavori che ho fatto:
Fontana --- oddio non mi ricordo piu il nome di questa fontana delizioza... :(


questa è la Porta S. Francesco dall'interno


questo è il cortile dell' Ex tribunale, durante la dimostrazione Raku


il gran sasso quasi al tramonto


Appena entrati da Porta S.Francesco, Largo S. Nicola - Penne (PE)


Verso il lago



Un lato della porta S. Francesco


domenica 23 aprile 2017

55° Sketchcrawl Internazionale - Giardino Ritrovato - cortile di Palazzo Venezia

Ieri a Palazzo Venezia. Era il 55° Sketchcrawl internazionale
Un'area di pace e verde nel cortile di Palazzo Venezia. La mattina un po' freddino ma poi siamo stati benissimo.
Ho iniziato sul quaderno piccolo ed ho fatto questo qui


Poi sono saltata sulla carta piu grande: avevo fatto un blocco quadrato tipo 30x30 con la carta da spolvero, non è una carta buona, è giallina e non valorizza molto i colori limpidi, ma forse proprio per queste sue caratteristiche è l'ideale per provare uno stile meno "per benino"
su una pagina già macchiata ho fatto questo, che per me è il lavoro piu bello della giornata:


Poi prima di andare via, mentre mangiavo ho provato a fare il puttino della fontana...


c'era un gabbiano che voleva assaggiare il mio pranzo, ha gradito il tofu affumicato, e il cracker senza glutine, invece il finocchio l'ha lasciato per terra :D 




lunedì 3 aprile 2017

Scurcola Marsicana - Sul Cammino Dei Briganti

A Scurcola ho saputo che è possibile fare una cosa bellissima!!!
Il cammino Dei briganti: un itinerario ad anello di 100 Km percorribile a piedi facendo tappa in diversi paesi fra Abruzzo e Lazio...

Con il gruppo Sketchcrawl Roma siamo stati ospiti delle strutture ricettive lungo il Cammino dei Briganti, per 2 giorni abbiamo dipinto e poi abbiamo messo i lavori in mostra a Scurcola, dove si è parlato del cammino dei briganti, del rinnovato interesse per il camminare, per riscoprire la storia e le storie infinite di queste terre, la cui bellezza ha tanto da offrire.

Assieme a due amiche ero ospite del bellissimo Casale Le Crete di Luca Giannotti e Fabiana non so il cognome, che organizzano cammini e moltre altre cose sul camminare, ed hanno pure gli asinelli per poter portare un aiuto lungo il cammino...

Per me il cammino dei briganti è interessante perché comprende quelle terre che abitualmente attraverso alla velocità della luce passando sull'autostrada che permette di arrivere velocemente al Fucino...
mi va proprio di approfondire la conoscienza di ciò che l'autostrada sorvola....

da Scurcola avevo un punto di vista insolit sulle montagno che conosco e riconosco, quelle attorno all'altipiano delle Rocche,
pubblico una vedutra del Velino grande e bello.





domenica 26 marzo 2017

Sketchcrawl - Eur Laghetto - Passeggiata Giapponese

Tripudio di Ciliegi in fiore !!!
mammamia che gioia tutte quelle nuvole di fiori !!!


c'erano delle persone in Kimono, visto che in Giappone i ciliegi in fiore vengono festeggiati...
Si chiama Hanami "cerimonia della contemplazione dei fiori"


Due di loro hanno posato per qualche minuto... lei era di spalle e lui, in kimono bianco e blu era dietro e si vedeva appena... sono appena accennati ma mi piacciono tantissimo.... il fondo meno :P

lunedì 27 febbraio 2017

SKETCHCRAWL ROMA - 25 feb 2017 - La stazione Termini

Bellissimo spazio per dipingere la stazione termini, ci tornerò...
Ero e sono fuori esercizio... Quindi un po' di delusione,
... rimane il piacere sempre enorme di dipingere le cose dal vero...
Vorrei tornarci... 







sabato 28 gennaio 2017

54esimo SKETCHCRAWL INTERNAZIONALE - Villa Farnesina

Oggi Per il 54° Sketchcrawl internazionale siamo andati a Villa Farnesina, (Via della Lungara 230)
era da troppo tempo  che non eUSCIVO a dipingere e si sentiva.
copiare un affresco è il miglioro modo per ricordarselo...
Certo io oggi non ero in vena di essere dettagliata, tutto quel tripudio di affrescamento mi annebbiava.
Questo Alessandto Magno della camera delle nozze di Alessandro e Rossane


 Questa invece è un particolare di una parete sempre al secondo piano, con questa donna che accarezza un pavone credo che sia...



 Fuori, per proteggerli dal freddo gli alberelli di agrumi erano stati incartati e al cosa mi ha ricordato Christo Yavachev... ho amato molto i suoi alberi incartati...


giovedì 27 ottobre 2016

Lady Oscar - Versailles No bara -

Questo è un omaggio a Lady Oscar. E' un regalo che faccio alla mia bambina interiore.
Oddio ero già grandicella quando guardavo Lady Oscar, e allora la disegnavo a memoria meglio di adesso che ho dovuto copiarla dal monitor del computer. E nonostante ciò non è comunque venuta come avrei voluto...non è esattamente lei...

Rivedendo alcune puntate della serie mi sono accorta di quanto quella estetica mi abbia influenzato profondamente.. . e di quanto mi piaccia ancora adesso: con quei voli di colombi, il vento, i fermi immagine nei momenti salienti, le poetiche sublimazioni delle scene più cruente... i tagli di luce in diagonale, i controluce abbaglianti...
Ora  che distinguo gli espedienti che si usano per animare in velocità, riconosco ancora meglio la genialità di certe trovate che ne fanno una serie che mi pare proprio bella, sarò troppo di parte?
Di certo si.

Quante Lady oscar ho disegnato? Tantissime e in tutti i modi...
Credo che ci sia stato un momento in cui io disegnavo solo Lady Oscar e Candy.
E' da quel modo di stilizzare le figure tipico degli anime, che ho imparato a fare le mani, le ombre sui visi... Sapevo disegnare solo in quel modo e ancora adesso, se disegno quando sono stanca  mi scappa un naso di quelli o un ricciolo o  una faccia manga.


...  negli anni mi è capitato diverse volte di cercarla di sfuggita Lady Oscar, al lato di un foglio, chiamandola con la matita, chiamando il suo sguardo gelido, tragico, duro, (e notando che sbagliavo a farla per mancanza di esercizio) però mai mi ero messa a colorarla per bene come facevo da piccola quando disegnavo quasi solo lei.

Lady Oscar poi è tornata nei miei discorsi con lo psicoterapeuta, come simbolo di varie cose come il rapporto con la femminilità, il dovere, il padre, il potere eccetera.

E ricordo anche la me stessa che fra le lacrime ascoltava l'analista dire che un personaggio così estremo deve morire per forza perché è necessaria una mediazione delle posizioni.
Facevo molta fatica ad accettare quelle parole: io amavo profondamente tutto quel patema punto e basta.


Ho fatto questi due disegni in omaggio a tutto l'amore che ho provato per questo personaggio e per la sua tragedia, un amore tale da farne un essere quasi reale per me.
Un essere che evidentemente ha portato tutta la mia drammaticità, quando io non potevo esserne depositaria.
Disegnare Lady Oscar con i mezzi di adesso è stato di grandissimo gusto, potevo sentire distintamente la Marta Piccola affacciata ai miei occhi che gioiva di quelle linee e di quei colori impossibili da realizzare coi pennarelli e le matite.
(...anche se comunque mi è rimasta la voglia di farne una meglio, magari su una carta migliore)

E poi questo è anche un omaggio alla creatrice di questa eroina, Riyoko Ikeda ed a tutti gli artisti che hanno dato vita alla serie Televisiva ( il grandissimo Shingo Araki assieme a Michi Himeno e anche Akio Sugino al character design; direzione delle animazioni e la regia di Tadao Nagahama (per la prima parte della serie) e di Osamu Dezaki), artisti lontanissimi, la cui vicinissima arte mi ha così profondamente formato.


domenica 28 agosto 2016

SKETCHCRAWL - Casale della Giannella- oasi WWF - Orbetello - Argentario

Magnifica giornata ieri al Casale della Giannella, Oasi del WWF.
Posto magnifico, il pomeriggio siamo anche andati a fare un bagno al mare...
Il casale è magnifico a ogni ora del giorno , e ti lascia la voglia di tornarci nei diversi periodi dell'anno...

Questa è la scala che da sulla laguna 


tutto attorno ci sono magnifici alberi di Eucaliptus, ma non solo


La mattina il csale mostra questa severa facciata quadricornuta tutta in ombra... 
un'ombra fresca e ristoratrice nella calura estiva

 

Dal lato della laguna c'è un viale che porta a una specie di cabina di osservazione, all'imbocco del viale c'è  l'eucaliptus piu grande che io abbia mai visto, ma c'era poco tempo, e ho provato a coglierlo, in un foglio piccolissimo...  so che ci tornerò... questo foglietto è un arrivederci

 

non da ultimo a 5 minuti di cammino la spiaggia....
ripeto: una giornata magnifica....

domenica 14 agosto 2016

Bosco

Pubblico questi studi di boschi....
Certo il bosco è davvero un soggetto difficile, ho voglia di seguitare a studiarlo...
Vorrei prepararmi all'autunno... Per essere all'altezza dello spettacolo...
L'ultima volta che provai a dipingere l'autunno non fui affato soddisfatta dei miei lavori...
qui ero a Rocca di Mezzo, nei boschi di faggi che sono lungo la strada per Piani di Pezza, ma la carta era orribile e molto assorbente, non era la mia solita carta....


Quì sono nello stesso posto ma ho usato il taccuino di Fabriano Artistico 300 g


Quì invece ero nei boschi di Valle D'Arano, a Ovindoli. Mentre ero nel bosco la gente passava lungo la strada... e non mi vedeva nemmeno se guardava nel bosco... è l' che ho davvero capito la parola "imboscarsi" ahahaah. La carta è Arches satin, a volte la amo a volte la odio, no dai la amo.
mi pare che mi permetta di andare molto nei particolari, e non cambia comportamento nelle zone già raggiunte dal colore...


Pure qui ero a Val D'Arano ma ero appena dentro il bosco, al di là dell'albero c'era l'erba illuminata di oro dal sole